Domenica 13 -11 verso Capo Verde ............. Stampa E-mail
Cecilia scrive .......... ciao a tutti, alle ore 16,12 TU di domenica 13 nov siamo a 25.15 gradi lat e 025.25 gradi ovest.
Stiamo filando come missili verso Capo Verde, dove contiamo di arrivare domani sera.

Onde sempre gigantesche ci spingono a Sud sollevandoci di poppa e trascinandoci in lunghissimi surf anche a 20 o 18 nodi di velocità della barca .
La prua di Mare Verticale è molto sottile ed ha un bompresso che s'infila nell' incavo dell' onda successiva sparandoci dentro e sollevando un enorme colonna d ' acqua.

Ci siamo immersi con la prua della barca moltissime volte; il mare ha coperto fino alla tuga del nostro 60 piedi, diventato un vero sommergibile .
Quando questo succede mentre sei sotto in coperta senti un' norme accelerata della barca che s' infila sott' acqua e senti con un boato enorme un brusco e violento arresto della barca che si blocca sott' acqua, oltre a vedere i finestrini della tuga coprirsi di schiuma del mare in cui ti inabissi .
Questo è quello che è accaduto per tutta ieri compresa la notte, una notte in cui ci sono stati anche i tipici piovaschi del SUD, dopo che il tramonto ci aveva fatto vedere dei nuvoloni rosa altissimi e giganteschi che hanno tinto di rosa all' improvviso tutto l' oceano.

Sono stata molto al timone e vi assicuro che sentire la poppa sollevarsi di decine di metri e vedere la prua della barca inabissarsi verticalmente dentro il mare dopo una vorticosa e velocissima planata a 20 nodi è una delle esperienze più estreme della mia vita.

E’ già molto caldo, il mare è blu, disseminato di grandi frangenti bianchissimi, attendiamo l’equatore,

a presto, cecilia

 
< Prec.   Pros. >



Ultime foto
Ultime Press
Archivio stampa
Le Regate
Transat Jacques Vabre 2005
Fastnet Race 2005