Serata alla Lega Navale di Castelfranco Veneto Stampa E-mail
Serata commovente organizzata dalla Lega Navale di Castelfranco Veneto il 17 febbraio 2006 per festeggiare la Transat Jacques Vabre di Cecilia.

Hanno partecipato un centinaio di soci che si sono stretti attorno a Cecilia con molto affetto e grandissima curiosità, coprendola di domande sull' impresa.
Hanno poi affidato alla skipper il compito di premiare gli allievi dell' ultimo corso di vela, un augurio di cuore ai giovani e promettenti skipper veneti.....!
Cecilia porterà loro fortuna !

Image 


Daniele Roccoberton, dopo essere stato con alcuni soci di quella sezione alla partenza della regata a Le Havre, ha organizzato la serata per festeggiare il ritorno in Italia di Cecilia, alla quale è stato consegnato un premio della Presidenza Nazionale della Lega Navale, oltre ad un meraviglioso mazzo di rose....blu ! come il guidone della Lega !!
Riportiamo qui di seguito il bellissimo discorso di Daniele, un grazie a tutti per la calorosa accoglienza !

"Cari amici e amiche, prima di presentarvi l'ospite di questa sera devo tornare un pò indietro nel tempo e precisamente nel mese di novembre 2005 quando io, Raffaella, Antonio e Grazia siamo partiti per la Francia per assistere alla partenza della transat. Per i meno esperti la transat è una regata che parte dal porto di Le Havre e arriva a Bahia in Brasile.

L'equipaggio è formato da due persone e vi erano presenti grandi nomi,i della vela oceanica. Partivano sia monoscafi da 50 e 60 piedi, sia i multiscafi, i grandi trimarani oceanici.
Per l'italia c'era la coppia Giovannio Soldini e Vittorio Malingri, con il loro trimarano tim progetto italia e a dir la verità eravamo andati per tifare i nostri 2 connazionali.

In un posto così lontano dove i sostenitori erano per lo più francesi e per una regata così poco conosciuta rispetto ad un mace di coppa america, noi esser lì ad accompagnare questi 2 grandi personaggi della vela oceanica, ci rendeva orgogliosi di essere italiani.

Quando però casualmente abbiamo visto che tra i concorrenti, con un monoscafo 60 piedi di nome marte verticale vi era anche un'altro italiano, anzi una signora conterranea nostra dalla parlata educata e dai modi gentili, è stata una gioia immensa e ci siamo subito affezionati a lei perché quella signora è una di noi, una come noi, con un lavoro difficile e impegnativo, una vita frenetica e soprattutto una grande passione per il mare....e non solo.

Quella signora non è un Soldini, bravo grande, ma con un immagine che pur restando semplice fa comunque parte di un ingranaggio commerciale e mediatico verso il quale deve rispondere. Lei è libera, come noi.

Alla partenza quando la salutavamo dal molo, lei vestita con la cerata gialla si è portata via una parte di noi, della nostra passione per la vela e del nostro rispetto per il mare. L'abbiamo seguita attraverso internet, abbiamo patito con lei un mare forza nove e il vento a 60 nodi e abbiamo gioito all'arrivo quando ha alzato al cielo il bicchiere di champagne in segno di vittoria. BRAVA CECILIA! Ma soprattutto abbiamo avuto l'onore di conoscerla e d'ora è con grande piacere che presento a Voi la Signora Cecilia Carreri, una come noi."

 
< Prec.   Pros. >



Ultime foto
Ultime Press
Archivio stampa
Le Regate
Transat Jacques Vabre 2005
Fastnet Race 2005